• Walter Meregalli

Cos’è il range dinamico?


È bene conoscere i limiti della nostra macchina, soprattutto quando ci troviamo a scattare in situazione estreme di luce e siamo chiamati a prendere delle decisioni radicali. Il range dinamico ci dice quanti stop la nostra macchina è in grado di registrare.

Perché è importante conoscere questo dato? In realtà non è un dato così fondamentale, ma ci può aiutare a capire se una scena, dove magari l’illuminazione è critica, il sensore è in grado di registrare l’intera gamma o taglierà ad un certo valore.

Di solito macchine fotografiche digitali di buon livello hanno un range dinamico che si attesta attorno ai 10/12 stop, distribuiti attorno al valore medio (la lettura di un grigio al 18%). Macchine di minor valore offrono range più limitati, 6/7 stop al massimo,

Per cui, quando inquadriamo una scena cerchia di capire subito quale sia il valore più alto di luce e il valore più basso e proviamo anche a stabile la differenza in stop tra l’uno e l’altro, capiremo così per cosa esporre, in modo da non ritrovarci poi con fotografie irrimediabilmente bruciate o nere. Questa operazione si chiama anche calcolo del contrasto .

Non è una cosa da sottovalutare, soprattutto perché i sensori digitali hanno meno latitudine d’esposizione delle vecchie pellicole e tendono quindi a bruciare o ad andare a nero più rapidamente.

Dobbiamo imparare a leggere il contrasto di una scena, farla diventare un’azione automatica, attraverso uno sguardo capire qual’e il valore medio, quali gli estremi (bianchi e neri), ragionare in termini di stop e capire dove la nostra macchina taglierà. È importante per decidere dove leggere la luce e anticipare il risultato finale. Come si fa? Con la pratica.


In questa scena, ci dobbiamo preoccupare se il valore minimo e il valore massimo non siano troppo distanti tra di loro in termini di stop – ad esempio se tra il valore mnimo e quello medio ci fossero solo 3/4 stop di differenza avremmo la quasi certezza che il nostro sensore sarebbe in grado di registrare entrambi i valori tonali, se così non fosse, qualcosa andrebbe perso nelle ombre. Il medesimo ragionamento si applica tra valore medio e valore massimo.

Inizialmente potrebbe sembare un argomento complicato ed ostico, ma con la pratica, cercando di imparare a ragionare come la nostra macchina tutto ci sembrerà davvero ovvio.

#rangedinamico #macchinafotografica #refdlex #WalterMeregalli #workshopforograficia #Esposizione #fotografiadigitale

0 visualizzazioni

Via Piero della Francesca, 82

20154 Milano

+39 335 70 90 569

info@waltermeregalli.net

© 2015 by Walter Meregalli.

© 2015 by Walter Meregalli.

In collaborazione con 

Desideri maggiori informazioni sulle attività di Photo Avventure?

 

Seguici su:

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

Inviandoci questo modulo acconsenti all'acquisizione dei tuoi dati secondo le indicazioni delle normative europee in vigore - GDPR

<script>
  (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
  (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
  m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
  })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga');

  ga('create', 'UA-19332518-5', 'auto');
  ga('send', 'pageview');

</script>